Brasile: rivolta in un carcere, c’è anche un italiano

Home»Esteri»Brasile: rivolta in un carcere, c’è anche un italiano

ROMA, 17 Aprile – Dopo oltre 26 ore, si è conclusa ieri sera la rivolta nel carcere “Advogado Antonio Jacinto Filhò” di Aracaju, capitale dello Stato nordorientale brasiliano di Sergipe. La squadra antisommossa della polizia ha fatto irruzione nel penitenziario e costretto alla resa i circa 400 detenuti insorti. Finora, non ci sono informazioni di feriti. I cinque detenuti leader della ribellione sono stati già trasferiti in altre unità carcerarie dello Stato.

Tra i rivoltosi, secondo un sito brasiliano, ci sarebbe stato anche il 42enne cervese Davide Migani, arrestato a dicembre sulla spiaggia di Atalaia con 300 chili di cocaina e detenuto proprio in quel penitenziario. Stando alle parole del suo legale però, l’avvocato Emanuel Cacho, il cervese non risultava coinvolto nella ribellione.

Valentina Ferrari

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.