India: Bosusco rassicura tutti tramite il walkie talkie:"Sto bene"

Home»Esteri»India: Bosusco rassicura tutti tramite il walkie talkie:”Sto bene”

ROMA, 29 Marzo – Nessuna preoccupazione per la sua sorte, ma dispiacere per il rapimento di Claudio Colangelo – liberato domenica – perché “credeva in me”, e il timore di essere rimpatriato in Italia.

Sono questi i sentimenti di Paolo Bosusco, l’ostaggio italiano rapito dai ribelli maoisti nello stato indiano dell’Orissa, rivelati in una conversazione al walkie-talkie con un corrispondente indiano della Bbc, conversazione poi diffusa da Repubblica.it.
“Sono in una brutta situazione, ma mi trattano molto bene, sono gentili con me”, ha detto Bosusco, “nessuno mi sta obbligando a dire cose che non voglio. Non vi preoccupate per me, perché sto bene”, ha insistito l’ostaggio italiano, “amo la giungla e il popolo che la abita”.

Bosusco è sembrato sereno e non molto preoccupato per la sua situazione – “sopravvivrò il tempo necessario a una soluzione”, ha detto – ma è parso molto preoccupato per un suo probabile rimpatrio in Italia: “Se mi rimpatrieranno, sarà una grande sofferenza per me: anche dopo tutto quello che ho passato non mi sento di avere cattive parole perché amo il popolo dell’Orissa, mi ha dato molta felicità. Se mi rimpatriano, e temo che lo faranno perché sono straniero, mi avranno fatto una doppia ingiustizia”. Per concludere, anche la Farnesina ha assicurato che Bosusco versa “in buone condizioni”.

Luca Martano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.