India: liberato un italiano. Festa a casa di Claudio Colangelo

Home»Esteri»India: liberato un italiano. Festa a casa di Claudio Colangelo

ROMA, 25 Marzo – Paolo Bosusco e Claudio Colangelo sarebbero stati liberati dai guerriglieri maoisti, è quanto affermava ieri l’emittente indiana Ndtv (New Delhi Television) che ha lanciato la notizia. La liberazione dei due ostaggi italiani sarebbe avvenuta in serata alle 9 e mezza ora locale vicino a Kandhamal nello stato indiano Orissa poco lontano da dove erano stati rapiti il 14 marzo mentre facevano trekking. La notizia diffusa dai media Indiani non trova ancora conferme ufficiali fino a pochi minuti fa. L’unità di crisi della Farnesina sta facendo verifiche attraverso l’ambasciatore italiano a Nuova Delhi, Giacomo Sanfelice, e fa sapere di essere in contatto con i familiari dei due sequestrati per aggiornarli sugli sviluppi.

L’italiano è stato affidato a un inviato dell’emittente indiana Ndtv: “Spero davvero che adesso anche Paolo (Bosusco) venga liberato – ha aggiunto – perché lui neppure c’entra nulla in tutta questa storia”. Paolo sta bene, ma sulle condizioni poste per il suo rilascio – ha aggiunto – non so nulla”.  Poco dopo è arrivata la conferma ufficiale della Farnesina: “Colangelo sta bene – ha detto il ministro Terzi – è in viaggio con i giornalisti. Ora siamo al lavoro per liberare anche Bosusco. Il nostro connazionale – ha aggiunto Terzi – ha parlato al telefono con il Console Generale Joel Melchiori a Bhubanesvar e gli ha riferito di trovarsi in buone condizioni e di essere in viaggio con alcuni giornalisti indiani che erano riusciti a raggiungere la località dove erano trattenuti i nostri connazionali. Abbiamo subito comunicato la notizia ai suoi familiari, condividendo con loro la grande soddisfazione della Farnesina e mia personale e sto cercando di mettermi direttamente in contatto con il nostro connazionale”, ha proseguito. “Dobbiamo ora riportare a casa anche Paolo Bosusco”, ha sottolineato il capo della diplomazia. “Il risultato di oggi  – ha concluso – rappresenta per tutti coloro che in questi giorni sono stati impegnati senza sosta sulla vicenda una motivazione ancora più forte per proseguire il lavoro verso una soluzione positiva anche per questo caso. In tal senso continuiamo a contare sulla collaborazione e disponibilità da parte dalle Autorità indiane, sia centrali che nello Stato dell’Orissa”.

Valentina Ferrari

Fonte Immagine: ilmessaggero.it

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.