Omicidio di Trayvon Martin: parla Obama

Home»Esteri»Omicidio di Trayvon Martin: parla Obama

NEW YORK, 25 Marzo – I fatti risalgono allo scorso 16 febbraio, quando Trayvon Martin, un ragazzo di soli 17 anni, venne ucciso mentre stava tornando a casa dopo essersi fermato in un negozio per comprare delle caramelle. A sparare è stato George Zimmerman, 28 anni, una guardia volontaria di Stanford, alla periferia di Orlando.

L’uccisione di Trayvon, sta suscitando negli Stati Uniti un’ondata di indignazione e proteste senza precedenti, con manifestazioni in numerose città, dalla Florida a New York. I manifestanti sono indignati soprattutto perché la vittima era disarmata e l’uomo che ha sparato, un ispanico, è ancora a piede libero, nonostante il sospetto che dietro la tragedia ci possa essere anche un movente razziale.

La polemica è stata grande a tal punto da far intervenire anche il Presidente Obama, il quale è intervenuto sul caso ed ha rilasciato queste dichiarazioni: ‘Se avessi in figlio, sarebbe come Trayvon”. Riguardo alle indagini sul caso, Obama ha precisato: “Andremo fino in fondo”. Il Presidente ha quindi concluso: “Questa è una tragedia. Posso solo immaginare quello che i genitori stanno attraversando: quando penso a questo ragazzo, penso alle mie figlie”.

Luca Martano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.