Quattordici giorni in più di carcere per i Marò: si attendono le elezioni in India

Home»Esteri»Quattordici giorni in più di carcere per i Marò: si attendono le elezioni in India

BARI, 19 Marzo – Continua la permanenza in carcere per i due Marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, nella prigione centrale alla periferia di Trivandrum, all’estremo sud dell’India, accusati dell’omicidio di due pescatori indiani scambiati per pirati. “Ci dispiace della loro morte, a prescindere da come sia successo”. Queste le parole dei due militari italiani che non cambiano l’opinione del tribunale indiano.

Il sottosegretario agli Esteri Staffan de Mistura in occasione dell’incontro con i famigliari dei due Marò, ha comunicato lo stato attuale dei militari, in buone condizioni e in attesa del risultato della perizia balistica. De Mistura è rimasto in stretto contatto con i parenti dei due accusati, per più di un’ora nella sala consigliare del Comune di Bari, spiegando ai famigliari la procedura che deciderà la scarcerazione o meno dei militari pugliesi: “Le elezioni in Kerala, hanno un peso a nostro sfavore, ma dobbiamo essere fiduciosi. Passate le elezioni le cose saranno diverse, ma rimane comunque un fatto giudiziario che va affrontato e che noi affronteremo”.

A continuare però sono anche le speranze e gli annunci lanciati dai famigliari dei Marò: “Vogliamo che tutti noi, insieme a tutte le istituzioni, insieme a tutta l’Italia, far sentire la nostra vicinanza ai ragazzi. Solo cosi possiamo riaverli in Italia”. Michele Girone, parente di Salvatore, ha ringraziato pubblicamente il sottosegretario per l’appoggio dato in una situazione di criticità come questa. Le famiglie dei due Marò, si sentono completamente sostenute dallo Stato, “in una botte di ferro”, dicono. Al momento Latorre e Girone tornano in cella, dopo il no del giudice che si è opposto alla possibilità che ai due fosse concesso un fermo di polizia. Dopo la decisione giudiziaria, i due Marò sono saliti su un cellulare della polizia e ripartiti per la prigione di Trivandrum.

Valeria Racano

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.