Incidente in Svizzera: oggi rientrano le salme delle vittime

Home»Esteri»Incidente in Svizzera: oggi rientrano le salme delle vittime

BERNA, 16 MarzoSono rientrate in Belgio le salme delle 28 vittime, di cui 22 ragazzini, dell’incidente terribile che è avvenuto martedì sera in Svizzera. Alle 11 si è osservato un minuto di silenzio per ricordare le vittime, e alla giornata di lutto Nazionale si è associata anche la Commissione europea. Saracinesche dei nogozi abbassate, bandiere a mezz’asta, mezzi e uffici pubblici fermi e per strade persone con le teste abbassate e tanta commozione.

I due C-130 dell’Aeronautica belga che trasportavano le salme, partiti stamane alle 9 dall’aeroporto di Sion, sono atterrati alle 11 circa all’aeroporto militare di Melsbroek. La partenza dei due aerei è stata preceduta da una breve cerimonia svoltasi sulla pista di atterraggio a cui hanno preso parte il presidente del governo vallesano Jacques Melly, la vice Esther Waeber-Kalbermatten e un picchetto d’onore della polizia cantonale. Il trasporto delle salme dalla camera mortuaria all’aeroporto è invece avvenuto nella notte, al riparo dalle telecamere e dai numerosi giornalisti ancora presenti a Sion. Il Centro ospedaliero universitario vodese comunica che due delle tre bambine ricoverate a Losanna sono ancora in coma artificiale. La terza bambina invece si è svegliata, è in grado di comunicare con le persone e i familiari ma la prognosi è ancora riservata.

Alla giornata di lutto nazionale si è associata anche la Commissione europea: su disposizione del presidente, Josè Manuel Durao Barroso, tutti gli edifici dell’esecutivo a Bruxelles esporranno le bandiere a mezz’asta. Si tratta di “una misura eccezionale per solidarietà con il Paese ospite – hanno spiegato fonti comunitarie – perché abitualmente esponiamo le bandiere a mezz’asta solo nel caso di morte di un capo di uno Stato membro”.

Sabrina Bachini

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.