Filippine: aumentano le vittime del terremoto

Home»Esteri»Filippine: aumentano le vittime del terremoto

ROMA, 7 Febbraio – Un terremoto di magnitudo 6,7 al largo dell’isola di Negros nelle Filippine ha sparso morte e distruzione. mentre gli uffici del governo e le scuole sono state chiuse dopo almeno 40 scosse di assestamento. Un bambino è morto schiacciato da un muro crollato nel centro di Negros, ha riferito all’Afp Benito Ramos, capo dell’Ufficio della difesa civile.

Il colonnello Francisco Patrimonio ha spiegato che almeno 29 persone sono rimaste uccise da frane e altre 10 sono state schiacciate da edifici crollati nella città di Guihulngan, nell’isola di Negros. Tra le vittime vi sono anche due bambini, di 9 e 11 anni .La terra ha tremato intorno a mezzogiorno (ora locale, le 4.49 del mattino in Italia). L’epicentro è stato localizzato a una profondità di 46 chilometri, tra le isole di Negros e Cebu, a 70 chilometri a nord della città di Dumaguete (Negros), secondo l’Istituto di geofisica americano (Usgs).

L’Istituto di vulcanologia e sismologia ha diffuso l’allerta tsunami. Il centro anti-tsunami per il Pacifico, con base alle Hawaii, ha invece escluso il pericolo di uno tsunami devastante. Per precauzione è stato comunque lanciato un allarme, ed è stato chiesto alla popolazione di Negros di allontanarsi dalle spiagge. Il Geological Survey americano ha detto che il terremoto è stato registrato a una profondità di circa 20 chilometri.

Manuela Zentar

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.