Lo Stato Italiano risanerà il debito con le imprese

Home»Economia»Lo Stato Italiano risanerà il debito con le imprese

ROMA, 23 Maggio – “Lo Stato pagherà i debiti verso le imprese” questo il monito del Presidente del Consiglio Mario Monti. Nella conferenza stampa a Palazzo Chigi il presidente ha ribadito: ”Abbiamo adottato quattro decreti che mirano a ridurre lo stock di debiti commerciali di fornitura da parte delle pubbliche amministrazioni. Non vedo all’orizzonte una nuova manovra. Saranno  smaltiti 20-30 miliardi di euro di debiti nel corso di quest’anno. Il governo intende recepire la direttiva europea sui ritardati pagamenti entro fine anno, in anticipo quindi rispetto ai tempi previsti per marzo 2013. Nella consapevolezza del ruolo centrale delle imprese nel rilancio della nostra economia in un quadro finanziario risanato, come quello che abbiamo realizzato, pensiamo sia giunto il momento e ci siano le possibilità tecniche per sistemare parzialmente il problema di liquidità della imprese. Il recupero dei credito è una questione importante. Sono le aziende più piccole e innovative che in questa fase non hanno abbassato la testa e stanno affrontando la crisi con determinazione. E sono queste imprese che hanno bisogno di liquidità e di riaccendere il motore”.

“Auspichiamo di vedere presto il buon esito parlamentare della riforma del mercato del Lavoro. Questo non è il primo provvedimento per la crescita. Ma certo lo è ai fini dei provvedimenti che determinano afflusso di risorse liquide alle imprese. Non so se questo è il primo decreto tra questi, certo è il primo grosso: e lo dico perchè tante volte nel corso dei decenni si è vista la crescita come operazione idraulica… La nostra visione di crescita è invece di rimodellazione dell’economia”.

Queste le parole del ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera: ”La soddisfazione è alta. Oggi si dà una risposta molto concreta e molto forte e anche inaspettata a un problema grave. È stata trovata una soluzione per l’immediato, ma la soluzione definitiva e strutturale è l’adozione della direttiva europea, come ha ricordato Monti”.

Stefano Parisi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.