Treni in tutta Italia a 9 euro non corrisponde a realtà, la denuncia di Altroconsumo

Home»Economia»Treni in tutta Italia a 9 euro non corrisponde a realtà, la denuncia di Altroconsumo

ROMA, 4 Aprile – L’offerta di Trenitalia, rivolta a tutti i passeggeri, è allettante “viaggia in tutta Italia a partire da nove euro”. L’associazione Altroconsumo ha provato a prenotare i biglietti per la tratta Roma-Milano e Milano-Roma sul sito di Trenitalia tra venerdì 30 e sabato 31 marzo per i treni in circolazione dal 1° aprile al 9 giugno, giorno in cui entrerà in vigore il nuovo orario.  Questi i risultati ricavati: su 5275 treni rilevati solo 31 erano acquistabili a 9 euro. Quasi tutti concentrati nella settimana tra il 22 aprile e il 28 aprile e solo Intercity con intere settimane e mesi non disponibili.

Dura l’accusa del l’associazione che ha inviato una segnalazione all’Antitrust per pubblicità ingannevole. “L’offerta promozionale è presentata come valida per viaggi su diversi treni, Frecciarossa, Frecciargento, Frecciabianca, ES*, Espressi, IC, ICN in servizio cuccette o VL. Sono esclusi il livello di servizio Executive e le vetture Excelsior ed Excelsior E4 e che prevede come unica limitazione il numero di posti prenotabili. Ma sono praticamente introvabili. Solo 1 consumatore su 170 ce la fa”.

La replica di Trenitalia non si fa aspettare e risponde all’accusa lanciata dall’associazione Altroconsumo: “La disponibilità di biglietti a 9 euro risponde alle dinamiche di mercato, quindi è e sarà suscettibile di una maggiore o minore ampiezza a secondo dell’andamento della domanda. I biglietti non sono riservati solo a “pochi fortunati”, ma sono un grandissimo successo. Lo dimostrano i ben oltre 100mila biglietti già venduti dal 16 febbraio ad oggi. La cosiddetta “prova sul campo” effettuata da Altro Consumo è una prova non scientifica e quindi non attendibile e dimostra al contrario solo una cosa: il favore di pubblico verso questo nuovo sistema di pricing. La prova non tiene conto del fatto che quei biglietti erano già in vendita da oltre 40 giorni. Non trovarli non significa quindi che non ci sono ma che sono già stati quasi tutti venduti”. Un quesito rimane: Chi saranno stati i fortunati passeggeri?

Stefano Parisi

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.